Presentazione Libro "UN NUOVO MO(N)DO PER FARE SALUTE"

In anteprima il primo libro della Rete Sostenibilità e Salute

Dopo circa un anno di gestazione, è uscito in libreria il libro della Rete Sostenibilità e Salute: “Un nuovo mo(n)do per fare salute”. Come suggerisce il titolo, si tratta di riflessioni e spunti, teorici e pratici, per ripensare la salute e la cura all’interno di un più ampio ripensamento dell’attuale sistema socio-economico e culturale, insostenibile e patogeno.

I vari capitoli, a cura di autori e autrici afferenti alla Rete, affrontano gli snodi principali della “Carta di Bologna”, il manifesto fondativo con cui la Rete è nata cinque anni fa: la salute come prodotto sociale, la centralità delle relazioni e dunque della cultura e della partecipazione, la questione ambientale e le alternative al dogma della crescita, i diversi approcci alla cura e l’importanza del servizio sanitario nazionale, le minacce rappresentate da conflitti di interessi e sistemi che premiano la malattia e non la salute, e molto altro.

(QUI UNA BELLA RECENSIONE)

Il Libro verrà presentato MERCOLEDÌ 11 DICEMBRE ORE 18 presso IL CAFFÈ LETTERARIO PRIMO PIANO – Via Beccaria 10

Alla presentazione saranno presenti due Coautori del libro e membri della Rete Sostenibilità e Salute.
Antonio Bonaldi di Slow Medicine
Michel Cardito di Moviemnto Decrescita Felice

Introdurrà l’evento Antonio Cimino

Evento organizzato di Medicina Democratica Brescia in collaborazione con ISDE Brescia, Caffè Letterario Primo Piano e Moviemnto Decrescita Felice Brescia.

a SEGUIRE RIUNIONE MDF BRESCIA

michelcarditoblog

Michel è un attivista ecologista interessato ai processi collettivi dal basso e nonviolenti; è un decrescente, un medico e un aspirante antropologo. Nasce a Brescia nel 1987 e cresce in una giungla di cemento e inquinamento. Sopravvive grazie ad una famiglia paziente, ai libri e all’attivismo, dapprima come educatore negli scout, poi nella rappresentanza studentesca universitaria, ed infine,dopo qualche deludente esperienza nella politica istituzionale, incontra MDF e nel 2104 trova una comunità a cui appartenere. É laureato in Medicina e Chirurgia, ha frequentato per poco più di un anno una scuola di specializzazione ospedaliera in Medcina Interna ma, alla fine, ha deciso di dedicarsi alla tutela della salute sul territorio ed è attualmente in formazione come Medico di Medicina Generale. Non contento ha deciso di integrare la sua formazione iscrivendosi ad Antropologia Culturale all’Università di Bologna e iniziando una formazione in Facilitazione. I suoi riferimenti sono i grandi attivisti e teorizzatori dell’azione non-violenta (in particolare Gandhi e la sua Satyagraha); i precursori e teorizzatori della Decrescita; i pensatori libertari come Bookchin e Thoreau e gli studiosi dei moderni processi collettivi come G.Sharp, D. Graeber ed E. Chenoweth. Il suo sogno è quello di un mondo più sostenibile, giusto e felice e spera davvero di poter contribuire a questo sogno anche solo con un pezzetto.